Brasilian Ju Jitsu – Grappling – Fighting System – Ju Jitsu Agonistico

Una delle tipologie di competizione riconosciute dalla J.J.I.F. (Federazione Internazionale di Ju Jitsu) è il Fighting System. Questo sport vanta la partecipazione di 52 Nazioni nel mondo e prevede l’organizzazione di Mondiali, nonché di vari titoli Continentali con cadenza Biennale.

Il Fighting System è un combattimento che si svolge sul tatami tra due
atleti
che indossano il Judogi e che comprende tre fasi:

All’inizio del combattimento, gli atleti si affrontano con Atemi (colpi a distanza di calcio o pugno) in quella che viene definita Prima Fase (Atemi Waza), sino a quando uno dei due atleti effettua una presa sul Judogi dell’avversario passando alla Seconda Fase (Nage-Waza). Una volta che un atleta sceglie e riesce ad afferrare il suo avversario è vietato sferrare colpi, fin tanto che persiste una qualsiasi presa.

Nella Seconda Fase l’obiettivo di ciascun atleta diventa effettuare una proiezione dell’avversario. Una volta che uno dei due contendenti ha effettuato una proiezione dell’avversario, o entrambi finiscono a terra, il combattimento continua nella Terza Fase (Ne Waza)

Nella fase a terra, l’obiettivo è di immobilizzare l’avversario al suolo in posizione supina o prona (Osae-Komi) o costringerlo alla resa tramite leve (Kansetzu-Waza) o strangolamento (Shime-Waza).

Ogni azione è valutata da ben tre arbitri, che giudicano ed assegnano 2 punti (Ippon) o 1 punto (Wazari) a seconda dell’esecuzione, del risultato e della reazione dell’avversario.

Nel caso di azioni di leva o strangolamento con resa dell’avversario (Matte) vengono assegnati 3 punti.

I punti assegnati durante il combattimento vengono sommati al termine dell’incontro per designare il vincitore.

Il combattimento si svolge in un unico tempo da 3 minuti senza intervallo e viene interrotto solo se necessario: ciò permette a questo sport di mantenere un ritmo altissimo durante i combattimenti, conferendo grande spettacolarità e obbligando gli atleti ad avere un’approfondita preparazione non solo tecnica, ma anche atletica.

La vittoria assegnata all’atleta col miglior punteggio allo scadere del tempo oppure per superiorità tecnica di uno dei due atleti, ovvero colui che riesca ad ottenere un Ippon sia in Prima che in Seconda che in Terza Fase, infliggendo all’avversario una tecnica perfetta sia nel combattimento a distanza, sia in quello corpo a corpo e sia in quello a terra. In questa circostanza l’atleta avrà dimostrato di essere superiore tecnicamente al proprio avversario in ogni situazione, obbiettivo massimo del Ju Jitsu: pertanto avrà vinto prima del termine per Full Ippon. Questa regola anima particolarmente le sfide, conferendo a questo sport ancora maggior studio della tattica di gara.

Nel combattimento a distanza gli atleti sono vincolati a rispettare il massimo controllo nell’utilizzo delle tecniche di percussione rispettando la filosofia del “sfiorare ma non toccare” (Light Contact). Questa regola permette agli atleti di esprimere al meglio le loro capacità tecniche nella lotta, senza contaminarla con colpi che andrebbero a limitare l’aspetto tecnico di questa fase.

L’Italia vanta diversi risultati di rilievo in ambito internazionale, anche considerando che all’estero gli atleti di maggior spicco sono professionisti.

Per i vincitori del Campionato Italiano F.I.J.L.K.A.M. è previsto il riconoscimento della Cintura Nera o del Dan seguente a quello posseduto, purché nella categoria vi siano almeno cinque contendenti.

Nel regolamento Italiano sono previste le seguenti protezioni obbligatorie: paradenti; per il piede e la tibia (paratibia); per le mani protezioni sottili ed aperte (guantini paranocche) in modo da facilitare tutte le fasi del combattimento, agevolando altresì le prese sia nella lotta in piedi che in quella a terra; per le atlete donne è previsto il para seno in materiale morbido. E’ facoltativo, sebbene consigliato, per gli atleti uomini l’uso del sospensorio.

Regolamento:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *